Patente B: come e quando si rinnova

Per provvedere al rinnovamento della patente B per la guida di autoveicoli, non è necessario sostenere nuovamente l'esame sul codice della strada, basta richiedere una visita medica di controllo presso una delle autorità sanitarie previste, o in un ufficio ACi, od ancora ci si può avvalere dell'aiuto di una scuola guida che curi anche questo tipo di pratiche e che si appoggi ad un medico per verificare lo stato della vista e la lucidità mentale.

Per la pratica sono necessari:

  1. un documento d'identità non scaduto
  2. il codice fiscale
  3. l'attestazione del versamento di € 9,00 sul c/c 9001 intestato al ministero dei Trasporti
  4. una marca da bollo da € 14,62
  5. la patente di guida

Fino ai 50 anni di età si può rinnovare la patente B ogni 10 anni, successivamente occorrerà provvedere ogni 5 anni; gli ultrasettantenni, invece, dovranno passare la visita medica ogni 3 anni.

Per i portatori di occhiali o lenti a contatto occorrerà la misurazione da parte di un ottico,
mentre per i portatori di apparecchi acustici sarà necessaria una dichiarazione della ditta fornitrice.

Se ritenuti fisicamente e psichicamente ancora idonei alla guida, il medico rilascerà un certificato ed invierà comunicazione di validità all’ufficio della Motorizzazione Civile. Il tagliando di rinnovo da applicare sulla patente, viene poi spedito tramite posta all'indirizzo dell'interessato e dovrà essere applicato sulla patente nell'apposito spazio.
Al numero verde 800 232323 è possibile informarsi sullo stato della pratica.

Post a comment

Comparameglio.it confronta 18 Assicurazioni Auto