Franchigia

La franchigia è quella parte di danno non coperta dalla polizza.
Più precisamente è un importo pattuito contrattualmente che, in caso di sinistro, l’assicurato tiene a suo carico e per il quale la Compagnia non riconosce l’indennizzo. Tenendo conto di questa “partecipazione alle spese” il premio sarà più contenuto, ma solo poche Compagnie attuano sconti significativi.

La franchigia, inoltre è prevista anche per le polizze accessorie (furto, incendio, kasko ecc.)
Esistono due tipologie di franchigia:

  • La Franchigia assoluta, in cui i danni inferiori alla franchigia sono a carico dell'assicurato; quelli superiori sono liquidati al netto dell'importo di franchigia.
  • La Franchigia relativa in cui i danni inferiori alla franchigia sono a carico dell'assicurato; quelli superiori sono liquidati totalmente.

Nelle polizze con sistema Bonus/Malus, l'importo di franchigia rappresenta la soglia entro la quale conviene risarcire direttamente il danno oppure conviene denunciare un sinistro. 
Se il danno cusato è inferiore alla franchigia non conviene farlo risarcire dalla Compagnia in quanto ciò determina un incremento del premio dovuto al peggioramento della classe di merito.

In base alle nuove regole evolutive, nel caso in cui la domanda del danneggiato rientri nel limite di franchigia, la società conserva il diritto di gestire il sinistro o di considerarlo come non avvenuto.

Post a comment

Comparameglio.it confronta 18 Assicurazioni Auto