Domande e riposte per capire le assicurazioni auto

  • È possibile risparmiare in base alla compagnia assicuratrice?
  • Esiste un'assicurazione più economica di tutte le altre?
  • Un contratto di assicurazione si può disdire in qualsiasi momento?
  • Un'assicurazione auto copre qualsiasi cosa si riferisca al veicolo?
  • Un'assicurazione vita copre qualsiasi cosa legata all'individuo contraente?
  • Può essere utile fare confronti di costi e preventivi online?
  • Nel caso di incidente stradale, i danni al passeggero chi li risarcisce?
  • In caso di reciproca responsabilità civile in un incidente stradale, ossia quando hanno torto entrambe le parti, si perdono comunque classi di merito o si mantiene lo stesso livello?
  • È possibile stipulare un contratto RC auto pluriennale?
  • Con patente scaduta, l'assicurazione auto copre i danni del conducente provocati a terzi?
  • L'assicurazione cambia tra ciclomotore e motociclo, che differenza c'è?
  • In caso di cambio residenza, è utile comunicarlo alla compagnia assicuratrice?
  • Qualcuno avvisa l'assicurato al momento della scadenza di contratto?
  • Cos'è la IS.V.A.P.?
  • Cosa si intende per “scoperto”?
  • Che cos'è il “concorso di colpa”?
  • In caso di incidente stradale, va avvisata la compagnia assicuratrice?
  • È sempre possibile la disdetta di una polizza assicurativa?
  • Cos'è la franchigia?
  • Cos'è la liquidazione?
  • Cos'è il massimale?
  • Cosa s'intende per “ramo” in campo assicurativo?
  • Cos'è il “tacito rinnovo”?
  • Esiste un'assicurazione contro i furti nella propria abitazione?
  • Esiste una forma di assicurazione per la casa contro le calamità naturali?
  • E possibile trovare operatori, o intere agenzie assicurative, che non sono regolarmente abilitati a tale professione?
  • Cosa fare in attesa di ricezione del contrassegno per RC auto?
  • Quali sono i tempi di risarcimento danni per l'assicurazione RC auto?
  • Entro quanti giorni avviene la liquidazione?
  • Quali sono i principali aspetti da considerare prima di stipulare una polizza vita?
  • Cosa copre, generalmente, una polizza malattia?
  • Quali le patologie considerate da una polizza malattia?
  • Nelle condizioni contrattuali, rientrano anche il parto e l'aborto?
  • Esiste un'assicurazione che copre anche le malattie gravi?
  • Quali le malattie gravi coperte da tali assicurazioni?
  • Cos'è la quietanza?
  • Chi è il “contraente” e quali i suoi obblighi?
  • È corretto parlare di “impresa di assicurazione”?
  • È importante la “nota informativa”? Cosa descrive?
  • Perché fare una polizza vita?
  • Esistono assicurazioni per viaggi, se sì cosa coprono?
  • Quando è utile l'assicurazione viaggi per infortunio e malattia?
  • In cosa consiste la copertura del bagaglio, in viaggio?
  • Nel caso in cui il viaggio venga annullato, l'assicurazione rimborsa le spese già effettuate
  • Nell'assicurazione infortuni, cosa non rientra nella copertura?
  • Ci sono persone che non possono essere coperte da assicurazione infortunio?
  • L'assicurato contro infortunio, deve comunicare un eventuale cambiamento di professione?
  • Il conducente d'auto è coperto dall'assicurazione RC auto?
  • Cos'è la “classe C.U.”?
  • Se non si espone il contrassegno sul veicolo, si è sanzionabili pur avendo una polizza?
  • Come comportarsi per richiesta danni a veicolo con targa estera?
  • Esistono casi in cui non è possibile stipulare una polizza online? Se sì, quali sono?
  • È possibile modificare online i dati personali sulla polizza?
  • Quali sono i metodi di pagamento per una polizza assicurativa?
  • Come dimostrare l'avvenuto pagamento con suddetti metodi?
  • È possibile inviare online una denuncia di sinistro?
  • Un eventuale rimorchio agganciato al veicolo, risulta assicurato nella stessa polizza?
  • Esiste un'assicurazione che copre gli incidenti provocati dal proprio cane?
  • Se in un nucleo familiare esistono più soggetti assicurati alla stessa compagnia, ci sono sconti?
  • È possibile assicurarsi online senza avere un collegamento a internet personale?
  • Si può assicurare solo una persona come guidatore abituale?
  • È sicuro lasciare i dati della propria carta di credito online, per il pagamento della polizza?
  • Cosa si deve fare se si acquista un nuovo veicolo, sostituendolo con quello attuale?
  • In caso di furto del veicolo, è possibile sospendere l'assicurazione?
  • È possibile assicurare oggetti e/o strumenti professionali, anche se non di altissimo valore?
  • Quando viene ritrovato un veicolo rubato, cosa si deve fare e cosa succede?
  • Esiste un Albo d'iscrizione per i professionisti “broker”?
  • Chi sarebbe precisamente il “broker”?
  • Cos'è il recesso?
  • È possibile stipulare una polizza assicurativa a favore di un terzo?
  • Cos'è l'assicurazione del T.F.R.?
  • “Assicurazioni collettive”, in cosa consiste?
  • Chi è il beneficiario?
  • Un allevatore può assicurare il proprio bestiame?
  • Essendo il broker un soggetto indipendente, come fa la compagnia (e il cliente) a fidarsi?
  • Che cos'è una clausola?
  • Si possono stipulare diverse polizze sullo stesso rischio?
  • Cos'è la C.E.A.?
  • Cos'è il C.I.D.?
  • Nello stesso “ramo” è possibile assicurarsi su più rischi?
  • Se viene esagerato il danno in realtà subito, cosa succede?
  • Realmente, in che cosa consiste un contratto di assicurazione?
  • Se si subisce un furto auto con l'utilizzo della vera chiave del veicolo, l'assicurazione contro il furto risarcisce il danno?
  • Se si perdono le chiavi di casa, e poco dopo si subisce un furto, viene risarcito il danno?
  • Cosa sono le garanzie accessorie?
  • Cos'è un'assicurazione globale?
  • Si può essere assicurati contro la grandine?
  • È vero che si può essere incolpati per “ignoranza”?
  • Cosa copre, generalmente, l'assicurazione contro gli incendi?
  • Cos'è una “polizza aperta”?

È possibile risparmiare in base alla compagnia assicuratrice?

Sì è possibile risparmiare in base alla scelta della compagnia assicuratrice, infatti sul mercato ci sono diversi prezzi e diverse offerte.

Esiste un'assicurazione più economica di tutte le altre?

Non esiste un'assicurazione che costa meno di ogni altra. La cifra del premio assicurativo dipende dalla compagnia scelta ma, soprattutto, dalle clausole calcolate nel contratto. Con un'assicurazione piuttosto che un'altra si può risparmiare, ma attenzione ai dettagli.

Un contratto di assicurazione si può disdire in qualsiasi momento?

Un contratto assicurativo si può disdire in qualsiasi momento, purché vengano dati un certo numero di giorni di preavviso (essi cambiano da compagnia a compagnia, solitamente di almeno 30 giorni); se non vengono rispettati i tempi si paga una mora (spesso “salata”).

Un'assicurazione auto copre qualsiasi cosa si riferisca al veicolo?

No. Dipende dalla tipologia assicurativa (rc auto, furto, incendio, ecc.) e, inoltre, dalle clausole proprie del contratto (che non sono sempre tutte uguali).

Un'assicurazione vita copre qualsiasi cosa legata all'individuo contraente?

No. Dipende dalla tipologia assicurativa (vita, infortunio lavoro, ecc.) e dalle clausole riportate su ogni singolo contratto.

Può essere utile fare confronti di costi e preventivi online?

Certo. Si può dire che è addirittura consigliabile. Se si ha la disponibilità di “navigare” in internet è buona cosa richiedere diversi preventivi, sia nella forma (clausole e dettagli) sia per compagnie. Si possono comodamente scegliere parametri legati alle proprie esigenze, così da poter stipulare un preventivo spese, e scegliere quello più conveniente.

Nel caso di incidente stradale, i danni al passeggero chi li risarcisce?

Nel caso di incidente stradale, gli eventuali danni causati al passeggero vengono risarciti dall'assicurazione del veicolo su cui viaggiava, anche nel caso in cui sia in torto un altro veicolo. RC auto, infatti, copre i passeggeri a bordo come terzi, a prescindere dal tipo di danno e/o dinamica dell'incidente.

In caso di reciproca responsabilità civile in un incidente stradale, ossia quando hanno torto entrambe le parti, si perdono comunque classi di merito o si mantiene lo stesso livello?

Quando la responsabilità di un incidente stradale viene assegnata a entrambe le parti, si mantiene la stessa classe di merito, per entrambi i soggetti.

È possibile stipulare un contratto RC auto pluriennale?

É argomento di attuale discussione nel campo, ma ancora non è possibile. La durata massima di contratto per un assicurazione RC auto è di un anno; c'è attualmente la possibilità di farla di durata inferiore (per es. semestrale), ma non maggiore.

Con patente scaduta, l'assicurazione auto copre i danni del conducente provocati a terzi?
Sì, ma una volta risarcito il danno, la compagnia assicurativa ha diritto di esercitare la rivalsa sul responsabile del sinistro; salvo diversa indicazione sulla tipologia di contratto.

L'assicurazione cambia tra ciclomotore e motociclo, che differenza c'è?
Sì, sono due tipi di veicolo diversi tra loro: il ciclomotore è un qualsiasi veicolo a motore di cilindrata pari o inferiore a 50 cc; mentre il motociclo è un veicolo a due ruote, di cilindrata superiore ai 50 cc.

In caso di cambio residenza, è utile comunicarlo alla compagnia assicuratrice?
È obbligatorio. Non solo per cambiare la residenza sul contratto, ma anche perché il tipo di copertura, e spesso le tariffe del premio, cambiano da Comune a Comune.

Qualcuno avvisa l'assicurato al momento della scadenza di contratto?
Solitamente sì, è a discrezione della compagnia assicuratrice, ma generalmente si avvisa il cliente un mese prima della scadenza della polizza.

Cos'è la IS.V.A.P.?
IS.V.A.P. sta per “Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni Private e di interesse collettivo”, che controlla e garantisce la stabilità delle imprese di assicurazione, nonché la trasparenza dei prodotti a tutela sia degli utenti e delle compagnie stesse.

Cosa si intende per “scoperto”?
Viene chiamato “scoperto” la somma che, per contratto, rimane obbligatoriamente a carico dell'assicurato.

Che cos'è il “concorso di colpa”?
Il “concorso di colpa” è la condizione determinata quando la responsabilità del danno è da ricondursi a più soggetti e non a un singolo individuo.

In caso di incidente stradale, va avvisata la compagnia assicuratrice?
Generalmente, in caso di sinistro, la compagnia assicuratrice va avvisata entro 3 giorni dal fatto previa “denuncia di sinistro”.

È sempre possibile la disdetta di una polizza assicurativa?
Sì previa lettera, purché presentata entro i termini descritti nel contratto; solitamente si tratta di un minimo di 30 giorni prima della scadenza, altrimenti - per la maggior parte delle assicurazioni - si considera il “tacito rinnovo”.

Cos'è la franchigia?
La franchigia è la somma di denaro, stabilita nel contratto sottoscritto, che viene sottratta dall'ammontare del danno, e che rimane obbligatoriamente a carico del cliente assicurato.

Cos'è la liquidazione?
La liquidazione è il pagamento materiale del risarcimento di un danno, dopo l'accertamento del sinistro e della copertura assicurativa del danno in questione.

Cos'è il massimale?
Il massimale è la cifra massima che la compagnia assicuratrice si impegna a coprire, essa deve essere dichiarata nel contratto di polizza, oltre la quale il risarcimento in denaro spetta all'assicurato.

Cosa s'intende per “ramo” in campo assicurativo?
In campo assicurativo, il termine “ramo” significa il campo in cui rientra la tipologia di assicurazione, in base al tipo di rischio coperto.

Cos'è il “tacito rinnovo”?
Il tacito rinnovo è una condizione presente sul contratto, mediante la quale la compagnia assicuratrice si ritiene libera di rinnovare automaticamente la polizza qualora non vi sia specifica disdetta richiesta e/o dichiarata, entro i termini stabili per contratto stesso.

Esiste un'assicurazione contro i furti nella propria abitazione?
Certo, è la cosiddetta assicurazione casa. Esse, generalmente, coprono sia i furti degli oggetti trovati nella propria abitazione, sia i danni causati da scasso. Ogni formula ha le proprie clausole, è bene quindi osservarle e valutarle in riferimento alle proprie esigenze.

Esiste una forma di assicurazione per la casa contro le calamità naturali?
Certamente, in genere essa copre gli eventuali danni causati da incendi, terremoti, allagamenti, ecc. sulla propria abitazione. Alcune tipologie possono includere copertura anche per fughe di gas, perdite d'acqua e altri danni indiretti.

E possibile trovare operatori, o intere agenzie assicurative, che non sono regolarmente abilitati a tale professione?
Purtroppo sì, e non è poi così raro. In caso di dubbio sulla reale validità del servizio, è bene accertarsi dell'identità dell'operatore o dell'impresa; per fare questo è possibile contattare il Servizio Tutela Clienti della IS.V.A.P.

Cosa fare in attesa di ricezione del contrassegno per RC auto?
Il contrassegno originale, insieme al certificato assicurativo, deve essere rilasciato dalla compagnia entro 5 giorni dall'effettuato pagamento del premio. In questi 5 giorni è obbligatorio avere, previo tempestivo rilascio da parte dell'istituto, almeno la ricevuta di pagamento di tale polizza; altrimenti si è soggetti a contravvenzione.

Quali sono i tempi di risarcimento danni per l'assicurazione RC auto?
Premesso che la richiesta di risarcimento danni va effettuata mediante lettera raccomandata A/R (o altri mezzi dichiarati nel contratto stesso), la compagnia assicuratrice è obbligata a rispondere con l'offerta di tale risarcimento entro un periodo di tempo che oscilla tra i 30 e i 90 giorni dall'avvenuta richiesta; tali tempi variano in base alla tipologia o formula di contratto polizza.

Entro quanti giorni avviene la liquidazione?
Una volta accettata l'offerta dell'assicurazione, l'assicurato deve ricevere la somma pattuita entro 15 giorni; mentre, nel caso in cui non vi fosse un accordo tra le parti il cliente può agire in giudizio nei confronti dalla compagnia.
Quali sono i principali aspetti da considerare prima di stipulare una polizza vita?
Prima di stipulare una polizza vita è bene valutare i seguenti aspetti:
- le prestazioni offerte (massimale, ecc.)
- eventi coperti (morte, invalidità, ecc.)
- premio e costi aggiuntivi
- durata e limitazioni della copertura
Cosa copre, generalmente, una polizza malattia?
Premesso che le polizze non sono tutte uguale tra una compagnia e l'altra, ma dipendono da propri dettagli e clausole, in genere un polizza malattia copre le spese (degenza, cura, invalidità, ecc.) riferite alla malattia presa in considerazione, e infortuni.

Quali le patologie considerate da una polizza malattia?
In questa tipologia di assicurazione è coperta qualsiasi malattia, o infortunio, per la quale si ricorra a ricovero, degenza o intervento chirurgico. Infatti l'assicurazione copre le spese riportate per queste situazioni.

Nelle condizioni contrattuali, rientrano anche il parto e l'aborto?
Sì, certamente.

Esiste un'assicurazione che copre anche le malattie gravi?
Sicuro, essa copre tute le spese derivate da ciò che comporta la malattia, come può essere l'assistenza personale, attrezzature, cure, degenze, case di ricovero, ecc.

Quali le malattie gravi coperte da tali assicurazioni?
Ne possiamo elencare qui alcune: cancro, ictus, infarto, insufficienza renale, ecc.

Cos'è la quietanza?
La quietanza è un documento scritto (anche in forma di “scrittura privata”) che prova l'avvenuto pagamento, o saldo, dal debitore al creditore; nel campo assicurativo, la quietanza documenta l'avvenuto pagamento del premio.

Chi è il “contraente” e quali i suoi obblighi?
Il contraente è la persona che stipula in contratto di assicurazione, che non necessariamente deve coincidere con il soggetto assicurato. Egli ha l'obbligo di liquidare il premio.

È corretto parlare di “impresa di assicurazione”?
Sì, nel caso in cui si parla del soggetto contrattuale che esercita l'attività di assicurazione. Essa, per legge, deve essere iscritta al registro imprese e costituita in forma societaria.

È importante la “nota informativa”? Cosa descrive?
Assolutamente sì, e deve essere consegnata all'assicurato prima della stipula del contratto. Anche se spesso passa in secondo piano, la nota informativa contiene le clausole più importanti del contratto vero e proprio, e lo spazio dedicato ai due soggetti (l'agenzia e il cliente), in cui si definiscono: la durata, il premio, le garanzie, opzioni aggiuntive, ecc.

Perché fare una polizza vita?
La polizza vita non è obbligatoria, ma generalmente rende più sereni nel caso di malattia, infortunio e morte, sia al soggetto assicurato che ai familiari, sollevandoli dall'incarico di eredi nel caso spese. Sono inoltre un ottimo strumento di investimento, a medio-lungo termine, potendone ottimizzare il reddito.

Esistono assicurazioni per viaggi, se sì cosa coprono?
Certamente. Forse meno conosciute delle assicurazioni auto (obbligatoria) e vita, ma non meno utili e richieste. Le assicurazioni viaggio, divise anch'esse in varie forme, coprono generalmente il bagaglio, il trasporto/tragitto, infortuni e malattie concomitanti al viaggio.

Quando è utile l'assicurazione viaggi per infortunio e malattia?
È consigliabile stipulare questo tipo di polizza nel caso in cui ci si dirige verso paesi in cui le coperture sanitarie siano assenti o poco affidabili, dove è alto il rischio di contrarre malattie, oppure dove l'assistenza sanitaria è molto costosa.

In cosa consiste la copertura del bagaglio, in viaggio?
Principalmente si ottiene il rimborso del valore contenuto nel bagaglio in caso furto e/o smarrimento; inoltre, nel caso in cui il bagaglio arrivi a destinazione oltre le 24 ore rispetto al proprietario, questo tipo di assicurazione copre le spese necessarie per l'acquisto di abbigliamento e altri oggetti necessari per il soggiorno, tutto dietro presentazioni di ogni scontrino o ricevuta fiscale.

Nel caso in cui il viaggio venga annullato, l'assicurazione rimborsa le spese già effettuate?
L'assicurazione viaggi copre le spese affrontate, ossia rimborsa, anche nel caso in cui il viaggio venga annullato per cause involontarie (sciopero dei mezzi, spostamento data, ecc.), per malattia o infortunio dall'assicurato o un parente stretto (certificato dal medico), motivi professionali (ferie imposte, licenziamento, ecc.). sono comunque tutti dettagli da verificare nel contratto. Ogni formula può contenere dettagli diversi.

Nell'assicurazione infortuni, cosa non rientra nella copertura?
L'assicurazione contro gli infortuni non copre i danni derivati da stati di ubriachezza, uso di sostanze stupefacenti, abuso di psicofarmaci, delitti dolosi o tentati dal soggetto assicurato, stato di guerra, inondazioni, contaminazioni chimiche, scoppi atomici.

Ci sono persone che non possono essere coperte da assicurazione infortunio?
Sì, purtroppo per poter essere assicurati con questa tipologia si deve rispondere a determinati requisiti; infatti non possono essere assicurate tali soggetti: affetti da alcolismo, tossicodipendenza in generale, affette da AIDS, epilessia o alcune forme di infermità mentale, tra cui la schizofrenia, sindromi maniaco-depressive, ecc.

L'assicurato contro infortunio, deve comunicare un eventuale cambiamento di professione?
Certamente. Il fatto di aver cambiato la professione potrebbe implicare clausole diverse per contratto, ossia variazione di coperture e dettagli; di conseguenza potrebbe cambiare anche la cifra del premio, la franchigia, ecc.

Il conducente d'auto è coperto dall'assicurazione RC auto?
No, per copertura assicurativa del conducente è necessario stipulare una polizza diversa dalla RC auto.

Cos'è la “classe CU”?
Conversione Universale, è la scala universale delle classi di merito; disposta e regolamentata dalla IS.V.A.P. già dal 2005, è applicabile alla maggior parte delle assicurazioni su veicoli, essa viene riportata sull'attestato di rischio dell'assicurato.

Se non si espone il contrassegno sul veicolo, si è sanzionabili pur avendo una polizza?
Sì. Nel caso in cui non si espone il contrassegno, come per legge, sul veicolo si è soggetti a sanzione, con invito e/o richiesta di presentare la polizza appena è possibile. Nel caso in cui la polizza non esista è prevista una multa onerosa e sequestro del veicolo.

Come comportarsi per richiesta danni a veicolo con targa estera?
Per richiedere il risarcimento danni da un veicolo immatricolato all'estero è necessario farne denuncia al U.C.I. [Ufficio Centrale Italiano], previa lettera raccomandata; ogni dato significativo è utile alla procedura di risarcimento. Per esempio, alcuni dati utili possono essere: nazionalità, modello veicolo, dati personali conducente e proprietario, compagnia assicuratrice, dinamica incidente, ecc.

Esistono casi in cui non è possibile stipulare una polizza online? Se sì, quali sono?
Sì, effettivamente in alcuni casi non è possibile procedere alla stipula di un contratto online; questi alcuni casi: targa estera, attestato di rischio scaduto, residenza all'estero, ecc.

È possibile modificare online i dati personali sulla polizza?
No; i dati personali come la residenza, oppure il cambio del veicolo, non possono essere modificati online, è necessario quindi recarsi di persona agli uffici della compagnia oppure inviare raccomandata al recapito di riferimento.

Quali sono i metodi di pagamento per una polizza assicurativa?
Generalmente si parla di pagamento online attraverso carta di credito, bonifico bancario a favore della compagnia di assicurazione oppure versamento su conto corrente di riferimento.

Come dimostrare l'avvenuto pagamento con suddetti metodi?
Se il pagamento viene effettuato tramite bonifico bancario, o versamento, è necessario inviare la fotocopia (via fax, email o posta tradizionale) della ricevuta di pagamento; mentre nel caso di carta di credito non serve nulla che attesti (fa fede il movimento bancario).

È possibile inviare online una denuncia di sinistro?
Sì, ma solo se si è clienti di una compagnia assicuratrice che fa servizio online e solo alla stessa, non ad altre compagnie.

Un eventuale rimorchio agganciato al veicolo, risulta assicurato nella stessa polizza?
La copertura assicurativa di un rimorchio trasportato non rientra certamente nella RC auto. L'eventuale rimorchio è coperto da assicurazione solo nel caso in cui è specificato nel contratto, generalmente si tratta di polizze aggiuntive e/o clausole speciali.

Esiste un'assicurazione che copre gli incidenti provocati dal proprio cane?
Certamente, essa rientra nei rischi domestici (anche se si è all'aperto); è una polizza assicurativa facoltativa ma che rende sereni dal punto di vista della responsabilità, infatti tali assicurazioni coprono i danni provocati dal proprio animale domestico.
Se in un nucleo familiare esistono più soggetti assicurati alla stessa compagnia, ci sono sconti?
Non è obbligatorio applicare sconti, ma è vero che la maggior parte delle compagnie assicurative applicano convenzioni o offerte su “pacchetti” o su diversi rami di copertura.

È possibile assicurarsi online senza avere un collegamento a internet personale?
Per poter attivare una polizza online è, ovviamente, necessario il collegamento a internet, ma questo non significa che debba necessariamente essere una connessione personale. Basta avere un 'indirizzo email attivo e personale, poi la connessione può essere effettuata da qualsiasi postazione (parenti, amici, internet point, ecc.)

Si può assicurare solo una persona come guidatore abituale?
Generalmente, è possibile specificare il soggetto abituale oppure aggiungere un secondo nome. Alcune assicurazioni danno la copertura a chiunque sia alla guida nel momento del sinistro.
È sicuro lasciare i dati della propria carta di credito online, per il pagamento della polizza?
I siti delle compagnie assicuratrici sono protetti da protocolli informatici sicuri e certificati, non possono essere rintracciati i dati inseriti. Sullo stesso sito c'è, generalmente, una sezione dedicata alla “sicurezza online” dove sono spiegati tali dettagli.

Cosa si deve fare se si acquista un nuovo veicolo, sostituendolo con quello attuale?
È necessario comunicarlo alla propria compagnia di assicurazione. Attraverso i mezzi comunicati dalla stessa si lasciano i dati del veicolo nuovo, così da poter effettuare le modifiche sul contratto e sull'eventuale conguaglio (sia in debito, che a credito).

In caso di furto del veicolo, è possibile sospendere l'assicurazione?
No, di solito. Per maggiori dettagli è necessario rivolgersi alla propria compagnia di assicurazione, perché ognuna ha le proprie clausole.

È possibile assicurare oggetti e/o strumenti professionali, anche se non di altissimo valore?
Certamente. Si deve cercare la compagnia che offre questo tipo di copertura, ma esistono sul mercato delle polizze che assicurano qualsiasi apparecchiatura informatica, elettronica, meccanica, e non necessariamente per uso professionale. La copertura consiste, generalmente, sui danni di tipo doloso, vandalico, accidentale, ecc.

Quando viene ritrovato un veicolo rubato, cosa si deve fare e cosa succede?
Nel caso di ritrovamento del veicolo si deve avvisare tempestivamente l'assicurazione. Nel caso in cui non fossero ancora passati 12 mesi dal furto, si può stipulare una nuova polizza alle stesse condizioni precedenti e stessa classe di merito; mentre nel caso in cui sia passato più di un anno dal furto, è d'obbligo ripartire dalla classe di merito più alta (14), quindi più costosa. Questo anche nel caso in cui, nel frattempo, si sia assicurato un altro veicolo con la classe di merito precedente.

Esiste un Albo d'iscrizione per i professionisti “broker”?
Certo, anzi per definirsi tali soggetti devono essere iscritti all'Albo presso il Ministero dell'Industria. L'Albo rientra nella direzione generale delle Assicurazioni Private e di Interesse Collettivo.

Chi sarebbe precisamente il “broker”?
Professionista, riconosciuto all'Albo presso il Ministero dell'Industria, con funzione di mediazione tra il cliente e la compagnia di assicurazioni perla quale collabora. Il broker infatti non è soggetto di un'impresa, ma libero professionista.

Cos'è il recesso?
Il recesso è l'anticipata risoluzione del contratto, ossia la cessazione. Il recesso può venir richiesta da entrambe le parti, oppure solo da una, purché consensualmente o per contratto, altrimenti si è sanzionabili.

È possibile stipulare una polizza assicurativa a favore di un terzo?
Certo. Il contraente non deve necessariamente essere il beneficiario della stessa polizza. Si tratta di tali situazioni soprattutto nelle aziende, tra datore di lavoro e dipendente, nel RC auto o sulle assicurazioni vita.

Cos'è l'assicurazione del T.F.R.?
Si tratta di assicurazioni collettive, stipulate da datori di lavoro, utili ad accantonare il trattamento di fine rapporto dovuto ai dipendenti, da corrispondere in caso di fine rapporto lavorativo.

“Assicurazioni collettive”, in cosa consiste?
Le polizze di assicurazioni collettive consistono in contratti che riuniscono diverse assicurazioni e diversi soggetti, purché presentino la caratteristica di omogeneità. Queste forme assicurative sono adottate, generalmente, da datori di lavori in favore dei dipendenti, o soggetti di associazioni e/o gruppi.

Chi è il beneficiario?
Il beneficiario è, per definizione, colui che beneficia delle prestazioni. Può essere diverso dal contraente, in caso di stipulazione di un contratto assicurativo, oppure può coincidere. Per legge non è un soggetto del contratto, ma acquista diritti per effetti di nomina e designazione.

Un allevatore può assicurare il proprio bestiame?
Certamente. Il rampo “bestiame” rientra, per legge, nella definizione “altri danni ai beni”. In genere, la copertura non si riferisce a un singolo pezzo di allevamento, ma al bestiame intero; copre solo il caso morte degli animali in questione.
Essendo il broker un soggetto indipendente, come fa la compagnia (e il cliente) a fidarsi?
Il broker, a sua volta, deve stipulare obbligatoriamente una polizza RC per coprire gli eventuali danni provocati a scapito del cliente e della compagnia per la quale collabora.

Che cos'è una clausola?
La clausola è una pattuizione contrattuale che forma, insieme ad altre, le condizioni della polizza. Essa può essere già presente nel contratto, aggiunta, modificata, ecc. ma deve essere sempre specificato sulla polizza stessa.

Si possono stipulare diverse polizze sullo stesso rischio?
Certamente. Quando lo stesso rischio viene assicurato da diverse compagnie, viene chiamata impropriamente “coassicurazione indiretta”. In questo caso, l'assicurato deve mettere a conoscenza tutte le compagnie, pena la perdita dell'indennità su tutti i contratti. Anche nel caso che avvenga un sinistro, il beneficiario deve avvisare tempestivamente tutte le compagnie, ognuna delle quali risarcisce il danno come per contratto, purché la somma totale dell'indennizzo non superi quella del danno stesso.

Cos'è la C.E.A.?
La C.E.A. [Comitato Europeo delle Assicurazioni] è un'organizzazione che si occupa degli interessi delle assicurazioni private a livello europeo. Il suo compito è quello di gestire lo scambio di informazioni fra le associazioni di assicurazioni nazionali appartenenti alla Comunità Europea, effettua studi incrociati e fornisce direttive ai vari organismi registrati. Possono aderire a questa organizzazione solo una sola associazione per ogni Paese membro comunitario europeo, ovviamente quella più rappresentativa per ogni Stato.

Cos'è il C.I.D.?
Il C.I.D. [Convenzione d'Indennizzo Diretto], detto anche modulo di “constatazione amichevole”, è un modello prestampato, conforme a leggi ministeriali, che constata la denuncia di un sinistro RC auto. Questo modulo deve essere compilato e firmato da entrambe le parti in causa di un incidente, ed è utilizzato col fine di risarcimento danni accelerato.
Nello stesso “ramo” è possibile assicurarsi su più rischi?
Certo, viene definito “cumulo d'indennità”, e consiste nel ricorrere al diritto di più prestazioni assicurative per uno stesso soggetto. Per esempio, la copertura per infortunio o per ricovero può essere cumulata con quella per il caso morte o invalidità permanente. Mentre le ultime citate non possono coesistere in nessun modo.

Se viene esagerato il danno in realtà subito, cosa succede?
Se si denuncia all'assicurazione un danno più grande di quello in realtà è stato subito, c'è la pena dell'esclusione di risarcimento, ossia se ne perde il diritto.

Realmente, in che cosa consiste un contratto di assicurazione?
Una polizza assicurativa è un tipico contratto aleatorio. Il contratto consiste nell'accordo scritto tra due o più parti, che definisce un rapporto giuridico. Esistono due tipi di contratti: commutativo e aleatorio. Il primo caso è quando entrambe le parti sono a conoscenza da subito dell'entità del vantaggio e sacrifico reciproco, mentre il secondo caso è quando il risarcimento (vantaggio o sacrificio) dipende dall'alea, ossia dalla sorte.

Se si subisce un furto auto con l'utilizzo della vera chiave del veicolo, l'assicurazione contro il furto risarcisce il danno?
Se in un furto simile non appare nessun segno di forzatura della serratura, è evidente che è stata utilizzata la sua chiave; in questo caso l'assicurazione non copre il danno. Se risulta un precedente furto o smarrimento della chiave (con denuncia) allora il danno dovrebbe essere risarcito, anche se non tutte le compagnie assicurative sono d'accordo.
Se si perdono le chiavi di casa, e poco dopo si subisce un furto, viene risarcito il danno?
Come il precedente caso, se viene utilizzata la vera chiave della serratura, senza segni di scasso, l'assicurazione non può coprire il danno e quindi non risarcisce; a meno che non ci sia stata già una denuncia di smarrimento/furto delle chiavi stesse.

Cosa sono le garanzie accessorie?
Le garanzie accessorie possono essere le più svariate, si definiscono tali le estensioni di garanzie ulteriori all'interno di un contratto. Possono essere di diverse tipologie e concesse sia con che senza costi aggiuntivi da sommare al premio. In ogni caso, qualsiasi esse siano devono essere presenti sul contratto stipulato.

Cos'è un'assicurazione globale?
Viene definita così una tipologia di assicurazione che comprende, in un unico contratto, garanzie e copertura in diversi rami. Questo tipo di assicurazione è spesso soggetta a imposte governative sui relativi premi.

Si può essere assicurati contro la grandine?
Certamente. Ci si può assicurare contro i danni provocati dalla grandine, sia sui veicoli che sugli immobili; ma questa tipologia di polizza viene utilizzata principalmente per coprire i danni provocati ai prodotti agricoli, infatti viene risarcita anche la perdita di qualità.

È vero che si può essere incolpati per “ignoranza”?
Sì, in un certo senso. La colpevolezza di questo genere è definita negligenza o imperizia. Questi due casi possono essere puniti in caso di incidente, quindi non risarcibile.

Cosa copre, generalmente, l'assicurazione contro gli incendi?
L'assicurazione contro l'incendio copre gli eventi dannosi causati da: incendio, fulmine, esplosione, scoppio, urto veicoli stradali, caduta aerei e corsi d'acqua; come clausole aggiuntive si possono trovare: eventi atmosferici, manifestazioni socio-politiche, fenomeno elettrico, ecc.

Cos'è una “polizza aperta”?
Viene definita “polizza aperta” una forma di assicurazione RC auto, utilizzata dai commercianti; con questa formula essi possono – con specifica autorizzazione – assicurare i propri veicoli in circolazione per un periodo di prova (collaudo, dimostrazione, ecc.) che va fino a un massimo di 5 giorni consecutivi; e si paga una sorta di premio forfait. Per sottoscrivere questo tipo di contratto è necessario avere già in corso una polizza annuale.

 

Post a comment

Comparameglio.it confronta 18 Assicurazioni Auto