Assicurazioni auto: Attenti ai vandali

Sarà per delusione o per euforia certo è che, durante gli europei di calcio 2008, capiterà sicuramente di aver a che fare con tifosi completamente fuori di sé. Chi paga, però, se la vostra auto viene strisciata, ammaccata o addirittura imbrattata? Il servizio di confronto internet comparis.ch ha analizzato le condizioni contrattuali delle assicurazioni auto. Risultato: non tutte le assicurazioni coprono i danni causati da anni vandalici.
Infatti danni come graffi alla carrozzeria, scritte e graffiti, e ammaccature dovute ai calci causati dai tifosi che compiono atti vandalici non vengono menzionate.
Soprattutto le persone residenti nelle immediate vicinanze degli stadi interessati dagli europei di calcio 2008, farebbero bene a spostare la propria auto dalle zone a rischio. I problemi cominciano però già prima che i danni si verifichino: gli automobilisti, al momento della stipula della propria assicurazione, accettano tra le varie condizioni contrattuali (CGA) anche l’obbligo di ridurre i danni; con questa clausola si impegnano ad attuare tutti i provvedimenti possibili in senso precauzionale per ridurre il rischio di danni materiali al proprio autoveicolo da parte di terzi. Nel caso in cui un assicurato ignori questi provvedimenti evitando di parcheggiare la propria auto in un’altra via o addirittura, in via provvisoria, in un altro quartiere, l’assicurazione potrà avvalersi del diritto di accorciare le prestazioni offerte o, addirittura, di sospenderle a seconda del grado di «colpa propria» dell’assicurato. Coloro che portano per tempo le proprie auto in un posto sicuro, nel caso in cui dovessero verificarsi danni, saranno comunque in una buona posizione nei confronti della compagnia assicurativa.
E non è tutto: anche in relazione alla cosiddette agitazioni interne (assembramenti, botte e tumulti) ci sono clausole di esclusione. In casi simili, infatti, grazie alle condizioni contrattuali (CGA), gli assicuratori si riserbano la possibilità di accorciare la lista delle prestazioni offerte agli assicurati, qualora l’assicurato non sia in grado di dimostrare di aver fatto tutto il possibile per evitare il danno. Ciò che potrebbe essere tema di controversie con la compagnia assicurativa è se, per esempio, un’ingente folla di tifosi che scorrazza per le strade sottostia o meno alle clausole di esclusione. Nel caso più estremo, spetterà al giudice decidere.

Etichette:

mercoledì 28 maggio 2008
Inserito da: Cristiano, 12.38

0 Commenti:

Aggiungi un commento