La Carta Verde

La Carta Verde è un certificato internazionale di assicurazione, che consente ad un veicolo di entrare e circolare in un Paese estero in regola con la normativa sull’assicurazione rc-auto.
La stessa non è obbligatoria nei paesi facenti parte dell'UE, nei quali un veicolo italiano può circolare senza il certificato internazionale di assicurazione (poiché la normale polizza Rc-auto italiana ne comprende l’estensione) mentre lo è in Albania, Andorra, Bielorussia, Bulgaria, Bosnia Erzegovina, Iran, Israele, Macedonia, Marocco, Moldavia, Serbia e Montenegro, Tunisia, Turchia, Ucraina.
Se volessimo visitare uno di quest'ultimi e ci si dovesse accorgere che non si ha con sé il certificato internazionale, allora è possibile rimediare acquistando una polizza temporanea alla frontiera, anche se a un costo un poco superiore alla normale Carta Verde rilasciata dal proprio assicuratore. Questo documento, infatti, non sempre viene rilasciato dalle imprese di assicurazione, anche se oramai è consuetudine unirlo alla documentazione assicurativa senza alcun costo aggiuntivo. Alcune compagnie di assicurazione, tuttavia, rilasciano la Carta Verde soltanto su richiesta e di solito vi applicano un prezzo comunque molto modesto. Fin qui, dunque, nulla di strano se non l’invito a vagliare attentamente l’indice dei Paesi nei quali il certificato internazionale di assicurazione è obbligatorio e provvedere in merito se non si ha in “tasca” una Carta Verde.

Etichette:

lunedì 5 maggio 2008
Inserito da: Cristiano, 16.35

0 Commenti:

Aggiungi un commento