La polizza Assicurativa

Rappresenta il documento che testimonia la stipula del contratto di assicurazione. Le polizze auto devono racchiudere le generalità dei contraenti, il tipo e la targa del veicolo, le coperture e i massimali previsti, le franchigie, l'importo del premio e la durata del contratto.
In Italia, per condurre un'automobile è necessario che questa sia assicurata sulla responsabilità civile. Lo ha stabilito la legge 990 del 24 dicembre 1969 (che impone alle compagnie assicurative di risarcire i danni provocati a terzi dalla circolazione di un veicolo, a fronte del pagamento di un premio da parte dell'assicurato).
Le società che operano in questo settore devono essere autorizzate dall'Isvap (Istituto per la vigilanza sulle Assicurazioni) e non hanno la possibilità di sottrarsi all'obbligo di assicurare chiunque lo richieda.
Il contrassegno viene rilasciato dalla compagnia per sostenere l'esistenza della polizza. Va esposto sulla parte anteriore del veicolo, pena una multa. Deve essere accompagnato dal certificato di assicurazione che fa parte della documentazione da tenere sempre a bordo della vettura.
IL Bonus Malus è una formula che regolamenta la maggioranza delle polizze Rc auto. Prevede progressivi rincari o riduzioni percentuali del premio se l'assicurato ha causato o meno sinistri nel cosiddetto periodo di osservazione.
In questo senso sono stabilite diciotto classi di merito, con la 14esima, quella d'ingresso, che corrisponde alla tariffa base. Le variazioni percentuali dei premi variano a seconda dell'assicurazione, ma alla prima classe coincide una riduzione del 50% della tariffa base, mentre alla classe 18esima una maggiorazione del 100%.

Etichette:

venerdì 16 maggio 2008
Inserito da: Cristiano, 18.59

0 Commenti:

Aggiungi un commento