L’attestato di rischio

L'Isvap, l'istituto che vigila sulle Assicurazioni, ha stabilito che spetta a tutte le compagnie inviare l’attestato di rischio a casa dell'assicurato 30 giorni prima della scadenza della polizza. Prima l'obbligo era previsto solo per le compagnie che operavano online o via telefono. Si tratta di un provvedimento positivo: in questo modo infatti si dà una mano alla concorrenza, perché si offre a tutti gli automobilisti la possibilità di confrontare i costi delle polizze con un po' di tempo a disposizione per scegliere le compagnie più convenienti.
L'attestato indica il numero di sinistri degli ultimi 5 anni e le classi di merito di provenienza e di assegnazione dell'assicurato.
Fino a pochi anni fa, le compagnie di assicurazione non erano obbligate ad inviare l'attestato di rischio, e quelle che lo inviavano, lo facevano spesso con gravi ritardi, con conseguente perdita da parte dell'utente di poter rivolgersi ad altre compagnie per dei nuovi preventivi.

Etichette: ,

venerdì 9 maggio 2008
Inserito da: Cristiano, 09.51

0 Commenti:

Aggiungi un commento