Rca: senza obbligo per le Assicurazioni


Per la Commissione Europea, il cosiddetto ‘obbligo a contrarre', previsto in maniera così rigorosa unicamente dalla normativa italiana, costituisce un intralcio alla libera concorrenza e alla completa apertura del mercato unico. L'obbligo delle imprese Rc auto di accogliere tutte le proposte di assicurazione loro presentate, al quale si associa l'obbligo di fissare tariffe per tutti i rischi conseguenti la circolazione dei veicoli a motore, costituisce in realtà un componente di rigidità del mercato che da una parte rende problematico procedere alla libera distinzione dei rischi in sede assuntiva (in contraddizione, quindi, con i principi tecnici di una gestione assicurativa efficiente) e dall'altra non permette alle imprese di concentrare le proprie attività solo su alcuni segmenti di mercato (es. specializzarsi nella copertura dei ciclomotori dei giovani o degli autocarri). L'obbligo, per le agenzie assicuratrici, di esercitare le loro attività su tutti i rischi implica indubbiamente effetti distorti sul terreno della concorrenza, dal momento che impedisce la specializzazione competitiva su singoli comparti del mercato e determina di fatto una rilevante barriera all'ingresso di nuovi attori, italiani o stranieri, interessati ad inserirsi come operatori di nicchia.

Etichette:

giovedì 22 maggio 2008
Inserito da: Cristiano, 23.46

0 Commenti:

Aggiungi un commento